Worldwide Interview: JENEE CRUISE

Iniziamo il 2018 con il botto! Abbiamo avuto l’immenso onore e piacere di intervistare una delle cheerleader più famose, amate e brave del mondo: Jenee Cruise! Questa fantastica ragazza è stata flyer di alcuni tra i team più premiati al mondo: California All Stars Smoed e Cheer Extreme Senior Elite! Sicuramente molti di voi se la ricorderanno dalla web serie “Cheerleaders”…capelli biondi, un sorriso dolce e la carica dei una leonessa! Campionessa Mondiale per ben due volte, oggi condivide la sua grandissima esperienza con tutti i nostri lettori! Per noi è stata infatti un’opportunità irrinunciabile quella di poterle chiedere di condividere con tutti gli atleti italiani la sua storia e i suoi consigli! Bando alle ciance: vi lasciamo all’intervista di cui siamo più orgogliosi! 

Today we have a really special interview to start the new year in a great way! We have the pleasure to introduce you one of the most known cheerleader of United States: Jenee Cruise! This amazing girl has cheered in some of the best programs in the world like California All star Smoed and Cheer Extreme Senior Elite! Many of you would remember her cheering in the web serie “Cheerleaders”…blonde hair, a sweet smile and fierceness like a lioness! She’s really talented and she is popular all over the world! Two times world champion and with a huge experience, in this article she answered to a lot of question in order to share her history and tips! We are really proud of this interview and we hope you’re going to like it! Let’s get started!

Worldwide Interview: JENEE CRUISE

1. How did you know cheerleading and how did you start this sport?

I saw my cousin and her team performing at a local fair and I decided I wanted to learn how to stunt and tumble like her.

Come hai conosciuto il cheerleading e quando hai iniziato questo sport?

Quando ero piccola vidi mia cugina e il suo team esibirsi a una festa di paese e da quel momento decisi di voler imparare a fare stunt e tumbling proprio come lei.

2. How old were you when you started cheerleading and how long have you been cheering for?

I was 9 years-old when I started and I continued for 10 years.

Quanti anni avevi quando hai iniziato a fare cheerleading e per quanto tempo hai fatto questo sport?

Avevo 9 anni e ho continuato per 10 anni.

3. Favorite stunt, basket toss and tumbling skill?

Favorite Stunt: Double up or ball up 360 — Favorite Basket Toss: Kick kick double or double full — Favorite Tumbling Skill: Double full or standing tuck

Stunt, basket toss e elemento di tumbling preferito?

Il mio stunt preferito è il Double Up o il ball up 360, il mio Basket Toss preferito è il Kick kick Double o il double full, il mio elemento di tumbling preferito è il double full o il salto indietro da fermo.

 

7. What do you think about sideline cheer? Have you ever tried it?

I did sideline cheer in high school and really liked it. While I don’t think it’s a sport, I think it is a great way to get involved in and enjoy school.

Cosa ne pensi del Cheerleading sideline? L’hai mai provato?

Ho fatto sideline cheer quando frequentavo le scuole superiori e mi è piaciuto molto. Non penso sia da considerarsi uno sport come il cheerleading all star, nonostante ciò penso che sia un ottimo modo per essere coinvolta nel rapporto studentesco e apprezzare la scuola .

8. You had been in level 5 and level 6 teams! Which is your favorite level?

I prefer level 5, but I love level 6 too!

Sappiamo che hai fatto parte sia di team di livello 5 che livello 6. Quale è il tuo livello preferito?

Preferisco il livello 5, ma amo anche il livello 6!

4. Do you prefer working on partner stunt or group stunt? Why?

I prefer group stunting because it’s what I am most comfortable with and I can do more exciting, elite skills with a group than I can with just a partner.

Preferisci lavorare in Partner stunt o in group stunt?

Preferisco lavorare in group stunt perchè mi trovo più comoda e posso fare un sacco di elementi elite più eccitanti, che in partner stunt non potrei fare.

5. What’s your program for this season? Do you cheer at College?

I am currently not cheering for a program or college.

Hai dei programmi per questa stagione? Farai parte di una squadra di cheerleading universitaria?

Attualmente non sto facendo cheerleading, né al college, né in una società.

9. You were on Senior Elite which is one of the most known and fantastic all girl large team! How was your experience with this team? Do you prefer all girl or coed team?

I absolutely loved my time on Senior Elite! It was such a fun and competitive division and I loved each and every practice with my wonderful teammates. I like both all girl and coed.

Sei stata nel team Senior Elite che è una delle squadre large all girl più conosciuta e amata! Come è stata l’esperienza in questo team? Prefersci all girl o coed?

Ho amato follemente il periodo in cui sono stata nelle Senior Elite! Era una divisione molto competitiva e divertente: ho apprezzato ogni singolo allenamento con le mie fantastiche compagne. Mi piacciono entrambi, sia team all girl che coed.

10. How often did you use to train? How many hours of practice per week?

My teams typically had 3 hour practices 3 times a week. I’d often go to extra tumbling classes or take privates throughout the week and/or condition on my own at home on our off days.

Ogni quanto eri solita allenarti? Quante ore di allenamento avevi a settimana? 

I miei team erano soliti allenarsi 3 volte a settimana per 3 ore. Inoltre facevo spesso lezioni private e allenamenti extra di tumbling. Durante i giorni in cui non avevo allenamento,invece, mi allenavo autonomamente a casa.

11. Stretching should be always a flyer’s best friend! Unfortunately, in our country too, many flyers don’t do it! How hours of stretching did you use to do? Can you give a stretching tip to all the flyers?

I wasn’t the most flexible flyer and honestly didn’t stretch as much as I should have. However, I did have periods of time where I was quite flexible and could even pull straight leg scorpions. During those periods I would stretch 20-30 min each day. My top three stretching tips are:

1) Always warm up before stretching, so you don’t tear your muscles

2) Always stretch both sides on everything

3) Stretch a little bit every day. If you try to stretch for hours, you’ll be too sore and won’t be able to stretch as well the following day, so you’ll get inconsistent results.

Lo stretching dovrebbe essere sempre il migliore amico di una flyer! Sfortunatamente, anche nel nostro paese, molte flyers non lo fanno! Quante ore di stretching eri solita fare? Puoi dare dei consigli per lo stretching a tutte le flyers?

Non ero la flyer più elastica e onestamente non facevo molto stretching come invece avrei dovuto fare. Nonostante ciò ho avuto dei periodi in cui ero abbastanza flessibile e riuscivo anche a stendere la gamba nello scorpion. Durante quel periodo facevo stretching circa 20\30 minuti al giorno. I miei top tre consigli per lo stretching sono:

1) Fate sempre riscaldamento prima di fare stretching, in questo modo eviterete di strapparvi i muscoli.

2) Fate stretching per ogni parte del corpo.

3) Fate un pò di stretching tutti i giorni. Se fate stretching per molte ore ma non costantemente, avrete come risultato di sentirvi super flessibili il giorno stesso, ma di avere talmente dolore il seguente da non essere in grado di lavorare al meglio…e i risultati non sarebbero duraturi!

 

12. Cheerleading is an amazing sport but at the same time it’s really hard and complex. What have cheerleading taught to you?

Cheerleading has taught me countless lessons. To keep it brief and name a few, I’ve learned how to put others before myself, how to work tirelessly for a goal, how to hold onto life’s precious moments, how to humbly handle a win, how to graciously handle a loss, and that both wins and losses are much better experienced alongside your best friends.

Il cheerleading è uno sport meraviglioso ma allo stesso tempo è davvero duro e complesso. Quali sono gli insegnamenti che ti ha donato questo sport?

Il cheerleading mi ha donato innumerevoli insegnamenti. Cercherò di essere breve e di nominarne solo alcuni… Questo sport mi ha insegnato come mettere gli altri prima di me stessa, come lavorare sodo per raggiungere un obiettivo, come catturare i momenti preziosi della mia vita, come essere umile di fronte a una vittoria, come reagire positivamente di fronte a una sconfitta e come sia vittorie sia sconfitte siano esperienze migliori se al tuo fianco ci sono i tuoi più cari amici.
 

13. Have you ever tried coaching? If so, which age and level?

I have been coaching for about 2 years. I’ve worked with all ages, but mostly 12 years-old and younger. I absolutely love getting to share my experiences and teach the sport I love.

Hai mai provato ad allenare? Se si, quale età e livello?

Sono coach da circa 2 anni. Ho allenato squadre di tutte le età ma sopratutto ragazzini di 12 anni o più giovani. Adoro condividere la mia esperienza e insegnare lo sport che amo.

14. We know you’ve always been a flyer. But, have you ever tried some other position? Did you enjoy it or would you enjoy to try basing/backspotting?

I haven’t really gotten the opportunity to base or backspot, but I’d definit

ely be open to trying it.

Sappiamo che sei sempre stata una flyer. Hai mai provato un’altra posizione? Ti è piaciuto o ti piacerebbe provare a essere base o backspot?

In realtà non ho mai avuto l’opportunità di essere una base o un backspot, ma sarei assolutamente disponibile a provare un altro ruolo.

15. What is the best advices, both technical and mental, that you would give to a flyer?

Trust your bases. Never blame your group for anything, you hit together, you fall together. Confidence is key. If you go into a stunt thinking you’re going to fall, you probably will.

Quali sono i migliori consigli, sia tecnicamente che mentalmente, che daresti ad una flyer?

Fidati sempre delle tue basi. Non incolpare mai il tuo gruppo, si vince insieme e si fallisce insieme. La fiducia in sé stessi è la chiave per tutto. Se stai per eseguire uno stunt e pensi che cadrà, probabilmente sarà cosi.

6. What your parents and friends think about cheerleading?

My parents appreciate all cheerleading has taught me and helped shape me as a person. My friends love cheerleading because most of them are cheerleaders.

Cosa pensano i tuoi amici e la tua famiglia del cheerleading?

I miei genitori apprezzano tutto quello che questo sport mi ha insegnato e come mi ha aiutato a essere la ragazza che sono oggi. I miei amici amano il cheerleading perchè la maggior parte di loro sono cheerleaders.

16. You are really famous for having been a smoed kid! You have won different Worlds titles with them! Tell us about this experience!

Winning Worlds with Smoed was surreal and a dream come true, both times. In 2012 I could hardly believe it. We hit perfect day 1 and were in 1st, so after we hit day 2, we had a good feeling about our placement. When they called the placement from 10th to 2nd and our name was not called, I was engulfed by every single emotion one can feel. We made sure to be respectful though and did not celebrate until our name was officially called for 1st place. Many of my teammates that year had already won Worlds once before, so they were excited to win again, but especially excited for all of us who had just won for the first time.

In 2013 we did not hit a perfect routine either day and I was prepared for the worst. After our day 2 performance, Eddie and Orby prepared us for the worst. They didn’t want us to get our hopes too high because we weren’t likely to achieve the repeat we had worked so hard all year to achieve. Just as the year before they started announcing from 10th place and work their way down. When they didn’t call us for 3rd I was relieved because I secretly though that was what we were going to get. Then, they didn’t call us for 2nd either. What?? I couldn’t believe it! None of us could. We had just won Worlds for the second year in a row! I felt every emotion again, but in a different way. I was relieved and glad I was wrong about how well we’d do. I was excited to return to the ring room, but especially excited to see some of my friends go there for the first time.

Sei molto famosa per essere stata nel team Smoed! Insieme a questa squadra hai anche vinto diversi titoli mondiali! Raccontaci questa esperienza.

Vincere i Mondiali con gli Smoed fu surreale, un sogno diventato realtà, entrambe le volte. Nel 2012 quasi non ci credevo. Il primo giorno di gara facemmo tutto perfettamente ed eravamo al primo posto della classifica dei finalisti, quindi dopo essere andati bene anche il secondo giorno, avevamo un buon presentimento sulla nostra posizione. Quando chiamarono tutte le posizioni dalle decima alla seconda e il nostro nome non fu nominato, sono stata travolta da ogni singola emozione che una persona può provare. Nonostante ciò ci siamo assicurati di essere rispettosi nei confronti della squadra arrivata seconda e non abbiamo esultato finché non abbiamo sentito il nostro nome. Molti dei miei compagni avevano già vinto i Mondiali, per loro fu eccitante vincerli una seconda volta ma sicuramente l’emozione non fu tale come la mia e quella degli altri che non avevano mai vinto un titolo di tale importanza.

Nel 2013 invece non è andata molto bene in nessuno dei due giorni ed ero preparata al peggio. Dopo il nostro secondo giorno di esibizione, Eddy e Orby (i due coaches) ci prepararono al fatto che potessimo non aver raggiunto l’oro. Non volevano che la nostra speranza fosse troppo alta perché non era probabile che realizzassimo quello per cui avevamo lavorato duramente per tutto l’anno. Come la stagione precedente iniziarono poi a annunciare la classifica: dal decimo al primo posto e così via. Quando non ci chiamarono per il terzo posto mi sentii sollevata perché pensavo avremmo vinto il bronzo. Non ci nominarono né per il terzo e né per il secondo posto! Cosa?? Non ci potevo credere! Nessuno di noi riusciva a crederci! Avevamo vinto i Mondiali per la seconda volta di fila. Anche in questa occasione fui travolta da una serie di emozioni, però in maniera diversa. Ero sollevata e felice di sapere che i miei presentimenti erano sbagliati. Ero felicissima di ritornare nella “Ring Room” (Stanza degli anelli, in cui si consegna l’anello del mondiale alla squadra vincente) ma ero contentissima soprattutto per i miei compagni che avevano vinto i Mondiali per la prima volta.

17. What American people normally think about cheerleading? Are there many stereotypes?

There are definitely some stereotypical thoughts about what cheerleading is. People typically think of sideline cheer or what you see in “Bring It On.” I don’t blame people for not understanding what it is we do though. They don’t see how hard we train or how much we sacrifice. If they did, I’m sure their thoughts would be different. However, competitive cheerleading is slowly becoming more recognized and respected in America and for that, I am grateful.

Cosa ne pensano gli Americani del Cheerleading? Ci sono molti stereotipi?

Ci sono assolutamente degli stereotipi riguardo questo sport. Le persone normalmente pensano solo al sideline cheer o a cosa si vede nei film come “Bring it on”. Ma non voglio accusare la gente che non comprende quello che facciamo, loro non sanno quanto ci alleniamo duramente o quanti sacrifici dobbiamo fare. Se conoscessero meglio lo sport sono certa che la loro opinione cambierebbe. Nonostante ciò, il cheerleading agonistico sta diventando sempre più riconosciuto e rispettato negli U.S.A. e per questo sono molto riconoscente.

18. How is to be such a known cheerleader? How is you relationship with your fans?

I still can’t really believe I’m considered a “known cheerleader” to be honest. It’s funny to be because I’m far from the most talented and I’m just a regular person. It’s such an honor for cheerleaders around the world to know my name and look up to me. With that honor comes responsibility though. I always try to lead by example and be a good role model for anyone watching. You don’t have to be “well known” to do this though. If you’re a cheerleader, there is always someone looking up to you. Whether it’s your cousin, your little sister, the younger girls at your gym, or cheerleaders from other countries, someone is always watching, so it’s important to set a good example for them.

Come è essere una cheerleader tanto conosciuta? Come è la relazione tra te e i tuoi fans?

Onestamente, faccio ancora fatica a credere che sono considerata “una cheerleader conosciuta”.È molto divertente perché in realtà sono molto lontana dall’essere la più talentuosa, sono solo una ragazza normale. È un onore sapere che moltissimi cheerleaders sappiano il mio nome e mi ammirino in tutto il mondo. Ovviamente con l’onore arriva anche la responsabilità. Ho sempre cercato di dare il buon esempio e di essere un buon modello per chiunque mi stesse guardando. Nonostante ciò non bisogna essere per forza conosciuti per fare questo: se sei una cheerleader ci sarà sempre qualcuno che ti sta guardando, qualsiasi persona sia, tuo cugino, la tua sorellina, ragazzine più giovani della tua palestra o cheerleaders di altri paesi: qualcuno ti guarderà sempre ed è importante essere un buon esempio per tutti loro.

19. When you were young you had been known as one of the smoed twins! How was your relationship with Madi and with all the other smoed kids?We know that cheerleading build amazing friendship, do you still keep in touch with them?

Madi and I met in 2010, but didn’t become super close until 2011 when she came on Smoed (she was too young the year before). We were always working on the same kind of skills (although she was super talented and always a few steps ahead of me), so we pushed each other really well in regards to working on and getting new skills. A few of us commuted 2 hours each way to practice and in the summer, Madi basically lived with us because she would always come home with us after Wednesday practice and stay until we drove back down for the next practice on Sunday or Monday. Sometimes other teammates would come too and these summers are some of the best memories I have. Since Smoed only had 20 members, we were all very close, which is essential to being successful as a team. If everyone is cliquish, then it causes divide. You couldn’t make it through the tough practices we had or endure the pressure of competitions without everyone being on the same page 100% supporting each other. “Mat talk” is key. When you are in the middle of a full out and can’t feel your legs, hearing your teammate yell for you (or look at you and give a nod of encouragement or even a pat on the back as they walk by because everyone is out of breath and can’t scream), is all you need to make it through.

Quando eri più giovane eri conosciuta come una delle Smoed Twins! Com’era la tua relazione con la tua “gemella” Madi (Corsello) e con gli altri compagni di squadra? Sappiamo che il cheerleading aiuta a creare amicizie meravigliose; sei ancora in contatto con loro?

Madi e io ci siamo conosciute nel 2010, ma ci siamo davvero affezionate solo a partire dal 2011 quando è entrata a far parte degli Smoed (l’anno prima era troppo piccola). Abbiamo sempre lavorato sugli stessi tipi di esercizi (anche se lei era super talentuosa e di qualche passo più avanti di me), quindi ci spronavamo continuamente a vicenda per lavorare e raggiungere insieme nuovi elementi. Inoltre alcuni nostri compagni, tra cui lei, erano soliti fare due ore di auto per arrivare alla nostra palestra: durante l’estate Madi viveva praticamente con noi perché restava a casa nostra dopo l’allenamento del mercoledì fino a quando non tornava a casa dopo l’allenamento della Domenica o del Lunedì. A volte facevano la stessa cosa anche altri nostri compagni e quelle estati sono uno fra i più bei ricordi che ho. Il team Smoed ha solo 20 membri e proprio per questo noi eravamo tutti molto uniti, che è un aspetto essenziale per essere una squadra vincente. Se tutti pensano a se stessi, si creerà un team diviso. È davvero complicato allenarsi duramente o sopportare la pressione di gara da soli, senza qualcuno che stia vivendo la tua stessa esperienza e senza il supporto reciproco. Il “Mat Talk” è la chiave. Quando sei nel bel mezzo di un full out e non riesci a sentire le gambe, ma senti i tuoi compagni incitarti (o semplicemente guardarti e darti un incoraggiamento o una pacca sulla spalla visto che tutti sono senza fiato e non riescono a urlare) è tutto quello che ti serve per riuscire a completare alla perfezione la routine.

20. Smoed team is also known for being the protagonist of the web serie “Cheerleaders”… did you find difficult to be seen as Jenee and not as just a smoed flyer when you changed program?

I didn’t find it difficult to be seen as “Jenee”‘rather than a “Smoed flyer” when I left the program became I am Jenee and I always will be. If you define yourself by your team or position, you wont know who really are when you leave the sport one day.

Il team Smoed è anche conosciuto per essere il protagonista della web serie “Cheerleaders”… Hai trovato delle difficoltà a essere vista come Jenee e non solo come una smoed flyer quando hai cambiato squadra?

Quando ho lasciato il programma non ho trovato nessuna difficoltà a essere vista come “Jenee” rispetto a una “Smoed Flyer” perché io sono Jenee e lo sarò sempre. Se definisci te stesso per il tuo team o la tua posizione, non saprai mai chi sei realmente quando un giorno lascerai questo sport.

PRESS PLAY ⬇

21. Smoed, Senior Elite, Resurrection… You took part in fantastic teams and you have a great experience! What would be your advice to a young cheerleader or to a new athlete?

To any new athlete my advice would be to have faith and never stop climbing. God has a plan for you and He will protect you. Not every day will be easy. In fact, most of them will be really tough. Balancing your normal life and cheer is hard and you’re going to have to make sacrifices. You’re going to get frustrated because you can’t get a skill you’ve been working on for months or hit a stunt you’ve been doing for weeks. Keep pushing. Keep climbing that mountain and you WILL get to the top. It may not be exactly who you want, but you will make it, only if you keep climbing it though. Always always always trust God, your coaches, your teammates, and yourself.

Smoed, Senior Elite, Resurrection… Hai fatto parte di team fantastici e hai una grande esperienza! Quale consiglio daresti a un giovane cheerleader o un nuovo atleta?

Il mio consiglio per qualsiasi nuovo atleta è quello di avere fede e di non smettere mai di migliorare. Dio ha fantastici piani per tutti e vi proteggerà. Non tutti i giorni saranno facili, molte volte sarà davvero difficile: combinare la propria vita quotidiana e il cheerleading è molto dura e bisogna fare dei sacifici. A volte sarà frustante perché anche dopo mesi, un elemento per cui hai lavorato tanto non verrà e dovrai essere paziente, oppure non riuscirai a completare uno stunt che riuscivi a fare da settimane. Continua a insistere! Continua a salire quella montagna e raggiungerai il picco! Non sarà esattamente come avevi immaginato, ma ce la farai solo se continuerai a impegnarti nonostante tutto. Fidati sempre sempre sempre di Dio, dei tuoi coaches, dei tuoi compagni e di te stesso.

22. Say bye and write your favorite inspirational quote to everyone who is reading.

Thank you so much for his opportunity! I hope I was able to answer all of your questions! I’ll leave you with my favorite Bible verse, Mark 10:27: Jesus looked at them and said, “With man this is impossible, but not with God; all things are possible with God.”

Salutaci e lasciaci la tua frase motivazionale preferita!

Grazie mille per questa opportunità! Spero di esser riuscita a rispondere bene a tutte le vostre domande! Vi lascio con il mio versetto preferito della Bibbia, Marco 10:27 : Ma Gesú, fissando lo sguardo su di loro, disse: «Questo è impossibile agli uomini, ma non a Dio, perché ogni cosa è possibile a Dio».


We want to thank a lot Jenee! For us it was a real honor to interview such a talented and amazing athlete who took part in some of our favorite all star teams! This girl is really sweet and nice, although she is so known all around the world she is very humble and kind! Thanks for sharing her knowledge about cheerleading with Italian athletes! We are so happy for this article; we love to collaborate with amazing athletes like this intelligent and beautiful girl!

Follow this sweety on her instagram account: https://www.instagram.com/jenee_12/?hl=it 

Thanks for reading this article! Discover other articles on Cheerlitaly.com! You can translate our articles and know more about Italian cheerleading!

Noi ci teniamo tanto a ringraziare Jenee che si è dimostrata una ragazza fantastica oltre che un’atleta magnifica! Per noi è stato davvero un onore intervistare una cheerleader così talentuosa, conosciuta ovunque e alumni di alcune fra le nostre squadre all star preferite! Janee è stata davvero gentile e disponibile: nonostante la sua fama Mondiale è stata umilissima e ha risposto a tutte le nostre domande. E’ stupendo vedere come anche atleti stranieri siano interessati al nostro progetto, ma soprattutto vogliano collaborare  per aiutare la diffusione del cheeerleading! Per noi è stato fantastico intervistare una ragazza con una tale esperienza nel nostro mondo e speriamo di riuscire a portarvi sempre più contenuti di questo livello!

Non dimenticate di seguire le avventure di Jenee sulla sua pagina instagram: https://www.instagram.com/jenee_12/?hl=it

Lascia un commento