Quello che ogni coach dovrebbe insegnare…

Prima ancora delle tecniche, prima ancora delle piramidi o degli avvitamenti nel tumbling, ci sono cose mooolto importanti che ogni coach dovrebbe insegnare ai suoi allievi! Si tratta di piccole lezioni di vita a sport sano che, se imparate correttamente, ci accompagnano per sempre, insegnandoci valori importanti come rispetto, tenacia e spirito di squadra!
Scopriamoli insieme!

Quello che ogni coach dovrebbe insegnare…

L’unico modo per raggiungere un obiettivo è darsi da fare

Non basta che ci sia il talento, o che un esercizio riesca una volta, per essere dei campioni. L’unico modo per eccellere nello sport è allenarsi con costanza. E’ importante essere presenti agli allenamenti e dare il meglio di sé in ogni occasione. Non è possibile crescere e raggiungere un obiettivo se non ci si allena!

Il duro lavoro ripaga sempre

Non parliamo solo di risultati sportivi, ma del bello che lo sport porta con sé: la possibilità di imparare, di crescere, di migliorare, di portare a casa esperienze e piccoli successi….ma nulla di ciò si può ottenere se non si lavora duramente! Allo stesso tempo, non bisogna mai mollare davanti alle difficoltà: ci sarà sempre una piccola soddisfazione alla fine del nostro percorso, se sappiamo guardare bene!

La squadra viene prima del singolo

Il cheerleading è uno sport di squadra, non si può aggiungere altro. I sogni del singolo e le sue ambizioni, a volte, vanno messe da parte con umiltà, per favorire il gruppo. A volte si tratta di fare un ruolo che non ci piace troppo, oppure di calare di livello per favorire i compagni di team… fatto sta che il pensiero del bene comune deve arrivare prima di tutto il resto!

Ogni punteggio è meritato

Ultimi o primi che siate, sappiate che il punteggio che avete ottenuto è stato meritato. Il che può voler dire tre cose:

  • siete stati bravi e vi siete meritati un buon punteggio
  • non vi siete impegnati abbastanza (o avete avuto sfortuna, può succedere!) e vi siete meritati un punteggio basso
  • anche se sapete che avreste potuto fare di più, il punteggio che avete ottenuto è calibrato sul vostro impegno

Qualche volta può andare male

Le giornate no capitano a tutti. Allenamenti pieni di difetti, o gare in cui nulla va per il verso giusto… può capitare anche ai migliori! Non siamo macchine, ma esseri umani. Il nostro corpo è indubbiamente fenomenale, ma qualche volta può cedere, così come la nostra mente. Dobbiamo saper accettare anche i momenti no e sfruttarli come una motivazione in più a fare di meglio la prossima volta!

Il rispetto è la cosa più importante

Per gli avversari, per le altre squadre, per i compagni, per gli atleti e per i coach. Nulla, ma proprio NULLA, vi legittima a offendere, denigrare o trattar male gli altri, nemmeno se vi stanno antipatici. Lo sport è sano solo quando c’è rispetto tra atleti, allenatori e società al completo. Cerchiamo di ricordarcelo sempre!

Il coach è lì solo per voi

Il coach lavora per voi: merita un po’ di riconoscenza! E come si dimostra riconoscenza? Sappiate che non servono grandi gesti, anzi! Basta ascoltare quello che vi dice, rispettare le sue scelte, cercare di mettere in pratica i suoi suggerimenti, prestare attenzione a ciò che comunica alla squadra o al singolo. E se qualcosa non vi piace, sappiate che sarà sufficiente parlargli, con educazione, per trovare una soluzione adeguata!

Gli impegni presi vanno portati a termine

Se vi siete iscritti a cheerleading, ci sia aspetta che siate davvero dei cheerleaders! Il che vuol dire che è necessaria la vostra presenza ad allenamenti (anche extra!), gare ed esibizioni. Non mollate mai nulla a metà, per rispetto di compagni e coaches!

Se qualcosa non va, bisogna parlare

Che sia nei confronti di un compagno di squadra o di un allenatore, il modo migliore per risolvere un problema è parlarne! Apertamente, senza pregiudizi, con gentilezza e cercando di ascoltare anche le risposte altrui! Se qualcosa dell’allenamento non vi piace, o se vi trovate male con la squadra per un qualsiasi motivo, parlatene! Vedrete che in un battibaleno si sistemerà tutto!

Attenzione e sicurezza

Il cheerleading è uno sport rischioso e basta un passo falso per farsi male seriamente! E’ importante perciò prestare sempre le dovute attenzioni, quando si esegue qualche elemento! Come si fa? Ascoltando attentamente le direttive del coach, mantenendoci distanti dai pericoli materiali (come muri, gradini o pavimenti particolarmente accidentati), restando concentrati al 100% quando eseguiamo le nostre routines. Mi raccomando! La sicurezza viene prima di ogni altra cosa!

Perfection before progression

Ogni cosa a suo tempo, dice un vecchio detto. E ha ragione! Anche nel cheerleading, non dobbiamo lasciarci guidare dalla fretta! Meglio eseguire un elemento di livello più basso, ma farlo bene, piuttosto che buttarci in qualcosa di nuovo, difficile e rischioso senza avere basi solide a reggerci! Le fondamenta sono la parte più importante di ogni casa: cerchiamo di renderle solide, prima di costruire il resto!

Non contano solo le gare!

Le competizioni sono indubbiamente il momento clou del nostro sport, dove nel giro di 3 minuti scarsi dobbiamo dimostrare a noi e agli altri il nostro valore… Le vittorie sono belle, le sconfitte insegnano, gli argenti spingono a migliorare, i bronzi ci insegnano che chi la dura la vince. Ma non conta solo questo! Lo sport insegna tante altre cose importanti, che ci accompagneranno per tutta la vita. Fiducia, impegno, tenacia, rispetto, amicizia…sono tutti valori aggiunti! E, davanti ad essi, anche un oro mondiale sembra quasi nulla!

 

 

Lascia un commento