Coach Focus on

Le gioie dell’essere coach!

Abbiamo parlato delle difficoltà che ogni coach si trova ad affrontare…ma ci sembrava giusto anche mettere in luce il lato positivo di questo meraviglioso lavoro! Oggi abbiamo scelto di raccontarvi quali sono le gioie dell’essere coach! Sono tante, e fanno capire che vale la pena anche affrontare ogni momentaccio!

Scopriamole insieme!

L’affetto dei propri atleti!

Letterine dolci, disegnini, braccialetti, fiocchi…spesso e volentieri un coach si vede regalare dei pensierini da parte dei propri allievi, soprattutto i più giovani. Ma anche i senior sanno esprimere il loro affetto, con messaggi di ringraziamento, un abbraccio dopo una routine ben riuscita o un bel regalo a fine anno. Insomma: i piccoli gesti rendono tutto più bello.

Sapere che il team si fida di te!

Non solo vedere che ascolta ciò che dici, ma anche sapere che si affida a te per aiutarli a imparare qualcosa: è una soddisfazione grandissima e fa capire di saper lasciare il segno. Più evidente se si allenano bambini (lo dimostrano più facilmente!), ma altrettanto bello con adulti e giovani: la fiducia è importantissima nel nostro sport, non solo tra compagni, ma anche tra atleti e coach!

Vedere i ragazzi che si sacrificano per il bene della squadra!

Il cheerleading è uno sport di squadra e come tale, spesso e volentieri, il singolo atleta è costretto a fare dei sacrifici per permettere al proprio team di riuscire al meglio. Che sia rinunciare alla posizione di stunting preferita o fare una diagonale in più nonostante la stanchezza…un atleta che dimostra di sapersi sacrificare per il bene del team è motivo di grande orgoglio per un allenatore. Significa infatti che il coach ha saputo trasmettere al meglio un principio fondamentale: nel cheerleading, viene la squadra prima di tutto!

La soddisfazione nel veder migliorare un atleta in difficoltà!

Non tutti gli atleti sono sempre al top: ognuno ha le sue difficoltà e i suoi limiti iniziali da superare. Un coach può aiutare e incoraggiare, dando la spinta giusta per permettere ai propri pupilli di affrontare ogni sfida, mentale o fisica. E non c’è gioia più grande del vedere i propri allievi crescere e superare gli ostacoli!

I momenti in cui la tua stessa squadra ti motiva!

Certi atleti non mollano mai e ti spingono a fare lo stesso! A volte anche i coach migliori hanno i loro momenti di sconforto e dubbio…ma c’è sempre quell’atleta in grado di ridare forza e motivazione al suo coach! E le cose cambiano da così a così!

Vedere che i piccoli insegnamenti vengono sempre rispettati e applicati!

Non solo le tecniche importanti, ma anche i piccoli suggerimenti quotidiani: vedere che i propri atleti ascoltano e rispettano gli insegnamenti dati è una grandissima soddisfazione! Vuol dire che ci si è fatti ascoltare e che si ha grandissima credibilità per i ragazzi che si allenano.

Genitori seri e comprensivi!

Un altro motivo di gioia per un allenatore è sapere di essere riuscito a far capire l’importanza del nostro sport alle famiglie degli allievi! Presenza, puntualità, supporto, pazienza, assenza di pretese…questi sono i motivi per cui anche le famiglie sono importanti e rendono il lavoro dei coach molto più piacevole.

 

La soddisfazione del vedere i propri allievi imparare qualcosa di nuovo!

C’è bisogno di spiegazioni? Vedere il proprio team migliorare è una gioia ancora più grande del veder migliorare sé stessi! Significa che non solo si è stati in grado di insegnare bene, ma anche di motivare al meglio i propri atleti per portarli al raggiungimento di obiettivi importanti!

Essere riconosciuti e appoggiati dalle istituzioni del territorio!

In uno sport in crescita, è importante anche che il territorio (comune, provincia, regione) riconosca la nostra squadra e società. Inviti ad eventi e manifestazioni, affido di strutture adeguate, interesse e collaborazione: sono anche questi alcuni dei motivi di gioia per un allenatore. Il lavoro del coach è anche quello di saper fare la miglior pubblicità alla propria palestra!

Le vittorie in gara!

Ultimo ma non meno importante: vincere una gara! La summa di mesi e mesi di sacrifici e allenamenti…la riprova che ne vale sempre la pena, nonostante tutto.


 

Rispondi