Cheerleading Let's talk about...

Girl power: la magia dell’All Girl!

Il cheerleading, ormai è risaputo, è uno sport misto e adatto a tutti! Le squadre coed sono da sempre viste come fortissime, i cheer boys sono ammirati da tutti, per la loro bravura, ma anche per il loro coraggio.
Eppure…alcuni tra i team più forti al mondo sono composti da sole ragazze. Come la mettiamo?! Qual è la scelta migliore, un team coed o un all girl? Andiamo alla scoperta di tutto il bello del girl power con quattro, meravigliose, intervistate!

Tutti i pro e i contro

Una squadra al femminile può essere una manna o una condanna… si sa: il rapporto tra donne non è sempre facile! Al tempo stesso, però, il legame che si crea in una squadra all girl è talmente intenso da produrre una sinergia ineguagliabile! Un’unica mente, un unico cuore…

“Grazie alla mia esperienza posso parlare solo di pregi: la mia squadra è la mia famiglia ed è composta dalle mie più care amiche, con cui non ho mai avuto nessun motivo per litigare. Auguro a tutti di poter far parte di una squadra tutta al femminile come la mia, dove si va d’amore e d’accordo!” Emma Cattini, Flames

“Difetto: siamo donne, parliamo troppo. Pregio: l’unione… non sempre è facile da raggiungere, anzi, ma se si riesce, si crea un affiatamento difficile da trovare altrimenti” Tania Capelli, Milano Cheers Divas

“Un grande pregio dei team all girl è la soddisfazione che si ha nel vedere riuscire un esercizio difficile allo stesso livello di un team coed. Un difetto invece è proprio l’opposto, cioè il non riuscire a fare qualcosa per mancanza di forza fisica.” Matilde Bergese, Team Cuneo

“Essere in una squadra all girl ha tantissimi pregi, primo fra tutti è il rapporto che si riesce a creare all’interno della squadra. 
Nella mia in particolare c’è un’energia unica: è come se fossimo una grande famiglia, dove ognuna può contare su tutte le altre. Non esistono gelosie nè invidie, e credo che il fatto di essere solo ragazze ci abbia permesso di essere al 100% noi stesse, mostrando le nostre fragilità e debolezze senza alcuna vergogna, anzi con la voglia di superarle insieme. 
Non credo che ci sia davvero un difetto nell’essere una squadra all girl, probabilmente un ragazzo è fisicamente più forte e può dare un grosso aiuto alla squadra, ma con il giusto potenziamento sono convinta che tutti possano raggiungere grandi risultati.” Martina Mauri, Monza Cheers

All girl per scelta o per caso?

Se potessimo scegliere, opteremmo per un team coed o all girl? Ci sono indubbiamente vantaggi e svantaggi e fanno un grande ruolo anche le esperienze personali. Una cosa è certa: che sia coed o all girl, l’importante è essere pronti a dare il massimo!

“Sono in una squadra All girl perché la mia società, ginnastica compresa, é tutta al femminile. Se avessi dovuto scegliere avrei scelto sicuramente un team all girl.” Emma Cattini, Flames

“Io sono in una squadra all girl per caso, nel senso che per ora nessun ragazzo si è ancora unito al nostro team, ma ovviamente se qualcuno volesse aggiungersi saremmo tutte contente di diventare una squadra coed!” Martina Mauri, Monza Cheers

“Io sono in un team all girl per scelta della mia allenatrice, pur essendoci già alcuni ragazzi disponibili per entrare nel team. Mi piacerebbe comunque allenarmi e gareggiare in un team coed, per vedere come ci si potrebbe trovare” Matilde Bergese, Team Cuneo

“Sono in un team all girl per scelta del caso, in realtá: siamo nate come team all girl, poi per qualche periodo abbiamo avuto sia la squadra coed che all girl, per poi tornare all girl negli ultimi anni, ma devo dire che tutto è stato dettato dal caso” Tania Capelli, Milano Cheers Divas

Le squadre coed sono più forti? Sfatiamo ogni mito!

La forza fisica non è tutto! Molto spesso, tecnica, coordinazione, precisione, sinergia e pulizia giocano un ruolo vincente. Le squadre all girl sanno essere al pari (se non meglio!) delle squadre miste. Uomini in squadra possono certamente aiutare con la loro forza…ma non fanno tutto!

“Mi piacerebbe far parte di un team coed, tant’è che stiamo preparando un group stunt coed del quale faró parte, ma diciamo che va ad aggiungersi all’all girl che giá abbiamo, non rinuncerei ad un gruppo per l’altro” Tania Capelli, Milano Cheers Divas

“Quello dei team coed più forti è un mito da sfatare: le ragazze raggiungono gli stessi livelli, con un maggiore impegno, certo, ma ce la possono fare tranquillamente!” Matilde Bergese, Team Cuneo

“Credo sia un mito da sfatare: le Viqueens ne sono l’esempio vivente! Non abbiamo la stessa muscolatura degli uomini, ma sappiamo essere al loro stesso livello, se non più brave!” Emma Cattini, Flames

“Mi piacerebbe gareggiare in un team coed, non penso che lo preferirei ad uno all girl, ma sono convinta che entrambi abbiano alcuni aspetti positivi ed altri negativi e varrebbe sicuramente la pena di provare!
Ci sono squadre e squadre. Non è detto che un team coed sia automaticamente più forte di uno all girl, tutto dipende dagli atleti e dalla forza di volontà di ognuno di loro. ” Martina Mauri, Monza Cheers

Il rapporto con le compagne

Come dicevamo in precedenza, il rapporto tra donne non è sempre facile. Eppure, una volta che scatta la scintilla, i team all girl diventano i più forti anche dal punto di vista umano. Il rapporto tra compagne è fatto di condivisione, supporto reciproco e una sincera e profonda amicizia!

“Considero le mie compagne come sorelle, nonostante le differenze di età. Ci siamo viste crescere a vicenda, nel percorso da peewee a senior. Questo è stato il mio primo anno nelle senior e anche in questo passaggio di età, le mie compagne mi hanno accolto calorosamente. La nostra “sisterhood” ha lo straordinario potere di non farci più sentire la fatica dell’allenamento: divertimento assicurato con noi!” Emma Cattini, Flames

“La solidarietà tra compagne dipende dai momenti e dalle persone. Ovviamente, soprattutto sotto gara, la tensione cresce ed è più facile innervosirsi o indispettirsi (lo ripeto, siamo donne, siamo fatte così ) ma devo dire che all’interno del mio team ho trovato persone che sono diventate le mie migliori amiche, quindi evidentemente c’è anche un ottimo feeling che permette di creare rapporti veri e sinceri anche al di fuori dalla palestra.” Tania Capelli, Milano Cheers Divas

“Io mi trovo benissimo, le ore di allenamento passano veloci e con molto divertimento, nonostante la difficoltà di alcuni esercizi. I battibecchi a volte ci possono essere, ma sono solo a livello didattico e mai su aspetti personali.” Matilde Bergese, Team Cuneo

“La mia squadra all girl è una squadra molto unita, “sisterhood“ è la migliore parola per descrivere il nostro rapporto. Al contrario di quello che ci si può aspettare da un gruppo di sole ragazze, da noi non ci sono battibecchi nè litigi di alcun tipo. Penso che sia proprio il nostro sport ad aiutarci in questo: il cheerleading non dà spazio a invidia o risentimenti, la fiducia è la base di tutto.” Martina Mauri, Monza Cheers

Il bello dell’all girl!

“La complicità é la vera magia della mia squadra: sono gli sguardi di sicurezza durante la routine, la pizza il lunedì sera dopo allenamento, una risata strappata alla compagna infortunata, é sapere di bruciare tutte per un solo fuoco. Siamo tante singole fiamme ma senza le altre non saremmo in grado di accendere così il pubblico! Flames on Fire!” Emma Cattini, Flames
“La magia di essere in una squadra all girl per me è il rapporto di solidarietà e familiarità che si crea. 
Non so se sarebbe la stessa cosa in una squadra coed, forse la presenza di ragazzi potrebbe innescare alcune dinamiche diverse. 
In generale penso che la forza di tante ragazze insieme sia qualcosa di unico, e per questo ringrazio la nostra coach che per prima ha permesso che si creasse questo rapporto e ognuna delle mie compagne che ogni giorno fa di tutto per conservarlo.” Martina Mauri, Monza Cheers
“Io sono un po’ un maschiaccio a volte sinceramente, quindi ho sempre pensato che in un coed mi sarei trovata meglio, ma dopo così tanti anni che gareggio in all girl mi sono ricreduta: l’emozione che vedi negli occhi delle tue compagne di squadra mentre entri in pedana e, ancor meglio, quando finisci la routine, è unica.” Tania Capelli, Milano Cheers Divas

“Secondo me la magia di un team all girl è la complicità femminile: conosciamo i nostri limiti e le nostre possibilità e ci aiutiamo e sosteniamo a vicenda!” Matilde Bergese, Team Cuneo


Oggi il girl power ha decisamente trionfato sulle nostre pagine! Le nostre bravissime intervistate hanno saputo dimostrare tutta la passione e la dedizione che va messa nel nostro sport, lasciandoci capire che le squadre all girl non sono inferiori a nessuno, anzi!

Noi di Cheerlitaly ci teniamo a ringraziarle tutte tantissimo e vi invitiamo a seguirle nelle loro pagine social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.