Focus on: PARTNER STUNT!

Benvenuti in un nuovo articolo incentrato su un aspetto particolare del cheerleading! Focus on: PARTNER STUNT!

Questo tipo di stunt coinvolge solamente due persone ed è senza ombra di dubbio una delle parti più interessanti, affascinanti e difficili del nostro sport. Coordinazione, forza, fiducia e tanta voglia di migliorare: sono queste le chiavi per il successo!

E in più…oggi abbiamo un collaboratore d’eccezione! Direttamente dai Wildcats Superior, pluricampione italiano ed europeo, più volte campione italiano di partner stunt senior e ora anche novello coach… Umberto Maiolani!

E’ stato un piacere e un onore per noi di Cheerlitaly ottenere il suo aiuto per scrivere questo articolo! La sua esperienza e i suoi consigli saranno indubbiamente preziosi per tutti i ragazzi (e non!) amanti del partner stunt! Leggete l’articolo per scoprire tutti i suoi pensieri e suggerimenti!

Cos’è il partner stunt?

Il partner stunt è un tipo di stunt e una categoria di gara,presente in diverse competizioni, che coinvolge soltanto due persone: una base e una flyer. Spesso è richiesto anche l’aiuto da parte di uno spotter, che interviene soltanto in caso di cadute o discese che prevedano una ricezione in cradle. Il partner stunt è fondamentale per le routine di livello 6 mentre la sua propria categoria di gara dura in media 1 minuto ed è composta da lanci e sollevamenti spettacolari e di altissimo livello.

Probabilmente è la categoria più difficile e più faticosa del cheerleading. Ma, probabilmente, è anche una delle più appaganti, soprattutto per i nostri cheer-boys (o cheerleader maschi, come preferite!)

Solitamente infatti la base all’interno del duo di partner stunt è maschile, ma le ragazze in grado di fare partner stunt oggigiorno sono sempre di più. Sostanzialmente però, in gara il duo prevede la presenza di un ragazzo e di una ragazza. Quindi, possiamo dirlo: è la parte più maschile del nostro sport!

Pregi e difetti del partner stunt

Fare partner stunt non è certo da tutti!
Nonostante anche in Italia stia prendendo sempre più piede nelle squadre coed e il livello salga sempre di più con il passare degli anni, il partner stunt rimane comunque la categoria di gara meno praticata (rispetto ad esempio ai groupstunt!)
Questo perché certamente le difficoltà di questa branca del nostro sport è decisamente elevata.

Ma…quante soddisfazioni! Riuscire a sollevare una ragazza, a lanciarla, a imparare nuove tecniche e nuovi stunt…il partner stunt è sicuramente ricco di sfaccettature, di pregi che sovrastano indiscutibilmente i difetti.

“La più grande soddisfazione nel fare partner stunt è il fatto che riesci a fare qualcosa di unico, creando coreografie sempre più complesse con una sola persona, cioè la flyer che ti sei scelto per la vita. Questo tipo di stunt è l’emblema del cheerleading! Immaginate una squadra in cui tutti sanno fare partner stunt: quella squadra in ogni stunt sarebbe imbattibile!”

Certo però non è semplice lavorare in due! Non serve solo allenarsi tantissimo e provare di continuo anche gli stunt più basici, ma anche e soprattutto guadagnare una fiducia reciproca che non ha precedenti! Il legame tra partner va costruito piano piano, ma deve essere forte e indistruttibile per poter permettere di arrivare ad alti livelli! Croce e delizia del partner stunt: trovarsi in “coppia”!

“La più grande difficoltà del partner stunt è la coordinazione e l’equilibrio della coppia, ci dev’essere un feeling ed una fiducia totale. Solo dopo ore e ore di allenamento si può conoscere ogni movimento ed ogni segnale del partner!”

All girl?

Ma esistono i partner stunt all girl? Certo che sì! E alcune basi femminili sono davvero bravissime.

“Il partner stunt all girl ha la stessa valenza del partner stunt coed; la forza fisica è sicuramente più innata nei maschi, ma le ragazze sopperiscono molto bene utilizzando la tecnica!”

Purtroppo in gara non è prevista la partecipazione di due ragazze nel duo partner, ma…spesso e volentieri nelle routine di squadra parecchie ragazze si dimostrano all’altezza dei colleghi maschi! Abbiamo qualche esempio di partner all girl anche in Italia ed è davvero uno spettacolo!
Quindi, basi femmine: non disperate! Con il giusto impegno e una buona tecnica potete essere brave tanto quanto un ragazzo! La forza fisica, fortunatamente, non è tutto. Anche se sappiamo bene che certe basi sono forti tanto quanto i ragazzi! Girl power!

Il rapporto tra base e flyer

Se in un group stunt il rapporto tra basi, back e flyer è davvero intenso, nel partner la fiducia reciproca è quadruplicata! Intesa, amicizia, obiettivi comuni…il rapporto che si instaura tra una base e la propria flyer è prezioso e insostituibile!

Che ci si scelga a vicenda o si “capiti” in stunt insieme, il rapporto che si verrà a creare sarà intenso e inimitabile.

“Si crea un rapporto che va oltre all’amicizia, si crea una propria intimità, un rapporto di fiducia completa e solo quando si crea questo rapporto particolare si diventa più forti, perché ci si lega col cuore oltre che con il fisico, non dimenticherò mai le gare di partner stunt fatte con la mia flyer Kristina Rodà”

Sarete solo voi due contro tutto e il feeling che creerete vi accompagnerà per tutta la vita, anche al di fuori dello sport. Una fiducia simile non è facile da cancellare. Paradossalmente, una base ha la vita della sua flyer nelle proprie mani! Al tempo stesso, la flyer sa che la sua base non le permetterà di farsi del male. Un rapporto indescrivibile e da provare per essere compreso appieno!

“La cosa più divertente nel fare partner stunt è il fatto che fai quello che vuoi con la persona che vuoi, come dicevo prima: si instaura un feeling con quella persona che è qualcosa di unico, è come essere dentro ad una bolla di sapone che tutti osservano e guardano con ammirazione.”

Cosa richiede il partner stunt?

Basta la forza o serve anche allenarsi in altro modo? Sicuramente la forza aiuta e probabilmente il sollevamento pesi non è un potenziamento da sottovalutare…ma ovviamente serve molto altro! E’ la tecnica, si sa, ad essere il vero elemento fondamentale nel cheerleading!

“Nel partner stunt conta sicuramente la forza fisica perché comunque la flyer ha il suo peso, ma con la tecnica giusta si può ovviare parte dello stesso. Sicuramente chi ha una buona tecnica fa meno fatica di chi ha tanti muscoli ma non li sfrutta bene!”

Quanto allenarsi? Tanto! Non solo in termine di ore di allenamento a settimana…ma per tanto tempo! Ovviamente certi esercizi richiedono mesi e mesi di prove per poter perfezionare ogni dettaglio. E’ bene, quindi, dedicare un paio di ore a settimana esclusivamente al partner stunt, se si vuole davvero raggiungere livelli alti in questa disciplina. Come in ogni cosa, la dedizione e l’allenamento permettono di fare grandissime cose!

“Per fare partner stunt, come dicevo prima, serve un po’ di forza fisica ma soprattutto tanta tecnica. Sicuramente integrare gli allenamenti con del potenziamento oltre agli allenamenti di consuetudine non può che fare bene, noi per esempio facciamo due ore suppletive a settimana solo per il partner stunt in cui proviamo e riproviamo skill nuove; quindi forza e coraggio, questo sport è tutto da scoprire!”

 

Ultimi consigli…

Noi di Cheerlitaly ne abbiamo uno: allenatevi! E’ l’unica chiave per il successo! Ovviamente, se avete occasione, puntate a partecipare a vari camp o a procurarvi un coach esperto nel partner stunting, di modo che possa darvi i consigli necessari e che sappia alla perfezione ogni tecnica e trucchetto.
Umberto, invece, di consigli ce ne regala ben tre…

“I tre consigli che posso dare a chi vuole cominciare in questa meravigliosa esperienza di stunting sono:
– Avere tanta pazienza, è una delle parti più difficili del cheerleading, quindi richiede molto tempo e molta pratica
– Scegliere il proprio partner è essenziale! Scegliendo la persona giusta si instaura fin da subito una certa complicità e sintonia che può portare solo benefici
– Curare tanto la forza quanto la tecnica, entrambe servono allo scopo prefissato e mi raccomando di non bruciare le tappe, perché una casa senza fondamenta forti e sicure non starà molto in piedi!”

In conclusione…

Il partner stunt è certamente una delle cose più emozionanti da vedere e praticare per quanto riguarda il cheerleading! Va provato e gustato in ogni sua sfaccettatura, per quanto possa sembrare difficile a primo impatto. Volere è potere: armatevi di pazienza e forza di volontà è…sollevate! Vedrete che il duro lavoro darà i suoi frutti!
E, cari uomini…sappiate che tutte le flyer vi amano per quello che riuscite a fare! Siete delle vere rocce!


Noi di Cheerlitaly ci teniamo a ringraziare nuovamente Umberto per la sua gentilezza e collaborazione. Lo ringraziamo anche perché ha dimostrato di essere un nostro grande supporter…tanto quanto noi lo siamo per lui! Gli auguriamo una stagione ricca di successi, esperienze e…partner stunt! Grazie Umberto!

E per i nostri lettori…siete ovviamente invitati a seguire questo fortissimo ragazzo su instagram: https://www.instagram.com/maio831/

Lascia un commento