Focus on Performance Cheer

Focus on… Cheer Hip Hop!

Oggi ci focalizziamo su una sfumatura del performance cheer che a noi piace moltissimo: scopriamola tramite questo focus on…Cheer Hip Hop! In questo nuovo articolo infatti si parlerà di questa affascinante disciplina tanto difficile quanto divertente! Scoprite il mondo del cheer hip hop insieme a noi e ai nostri intervistati che ci aiuteranno a capire quali emozioni si provano quando si pratica questo sport!

Alla scoperta del mondo hip hop!

 

La danza hip hop è una disciplina molto conosciuta, che si divide in tantissimi stili: Hop,B-boying (Break dance), Locking, Popping e Uprock…
Spesso però non si sa che l’hip hop è una disciplina che fa parte del mondo del Cheerleading e in particolare del Performance cheer!

Quello che è più comunemente chiamato “Cheer hip hop” è infatti una divisione di gara parecchio nota, caratterizzata da stili diversi di questa danza che si fondono con le caratteristiche tipiche del cheerleading.É un mix energetico, esplosivo, dinamico che attira moltissimo il pubblico. In Italia è una disciplina amata seppure non praticata ai livelli del cheerleading e spesso chi la esegue ha molti anni di hip hop alle spalle.

“Ballo hip hop da quando avevo 8 anni, quindi ormai 12 anni, molti di più rispetto al cheerleading che lo pratico da poco più di 4 anni.” Emma Donati, cheerleader DaBeat e membro del team Italy cheer hip hop FISAC 2018

“Il mio percorso nel mondo dell’hip-hop inizia nel 2003 all’età di 9 anni, ad oggi sono 14 che pratico questa disciplina.Il mondo del cheerleading lo conoscevo già da parecchi anni, vidi le prime cheerleader nei classici film da teenager americani, ma non conoscevo minimamente il cheer-hiphop né tutto quello che lo circonda. Ho avuto modo di scoprire e navigare in questa disciplina tramite l’esperienza con il Team Italy 2017.” Giordano di Pietro, ballerino hip hop e membro del Team Italy HipHop 2017

 “Sono una cheerleader da sette anni e ho iniziato con il cheer hip hop da più o meno cinque anni. “Vanessa Villani, cheerleader Starlight e membro del Team Italy Performance cheer hiphop FISAC 2016

“Ballo hip hop da quando avevo 9 anni (quindi da 18 anni) e faccio cheerleading da quando avevo 21 (da 6 anni)” Michela Scremin, cheerleader DaBeat e membro del team Italy cheer hip hop FISAC 2018

 

                                                              ♦

Uno stile unico e originale

Questa disciplina è affascinante, coinvolgente e divertente. Per chi la pratica e chi la guarda, è un connubio di energia, ritmo, passione e potenza. Sa fare incantare il pubblico e piace a tutti!

“Amo ogni singola cosa di questa disciplina. La musica è stata la colonna portante che mi ha cresciuto e già da bambino ascoltavo musica di questo genere, tramite la mia famiglia. Quando ho scoperto la danza me ne sono totalmente innamorato. Passi, movimenti, relazioni tra intensità e velocità, il corpo che esprime e dimostra la musica…con la differenza che il tutto viene dalla strada, raccontando fatti e storie realmente accadute. La differenza di stili provenienti da diverse culture, uniti formando un movimento unico…è spettacolare! Amo tutto quello che viene associato alla cultura hip-hop.” Giordano di Pietro, ballerino hip hop e membro del Team Italy Cheer HipHop FICEC 2017

“Dell’ hip hop amo particolarmente l’energia che trasmette e l’espressione personale che ognuno di noi può mettere in ogni singolo passo” Michela Scremin, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Cheer HipHop FISAC 2018

”Amo tutto dell’hip hop.. Per me l’hip hop è un modo di essere, è arte e come tale ha varie sfumature.. Per essere un grande ballerino devi sapere valorizzare ogni movimento e dare sempre il massimo. “ Vanessa Villani, cheerleader Starlight e membro del Team Italy Performance cheer hiphop FISAC 2016

“Dell’hip hop amo l’energia e il fatto di poter personalizzare i passi e le coreografia con il proprio stile e la propria personalità.” Emma Donati, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Cheer HipHop FISAC 2018

                                                               ♦

Grandi Soddisfazioni!

Il cheer hip hop è senza dubbio uno stile difficile e complesso. Richiede perfetta coordinazione, energia e precisione, ma questi sono solo alcuni degli ingredienti per la riuscita di un’ottima coreografia! Nonostante sia certamente faticoso e impagnativo, è uno sport davvero appassionante che porta moltissime soddisfazioni!

“La più grande soddisfazione della mia esperienza è sicuramente il primo posto ai nazionali Federcheer lo scorso anno, e l’entrata in nazionale per i mondiali 2018!” Michela Scremin, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Cheer HipHop FISAC 2018

“Una delle più grandi soddisfazioni è stata vincere il primo posto al nazionale dell’anno scorso portando un pezzo in coppia con la mia compagna di double Michela, ma la soddisfazione più grande è arrivata quest’anno con la partecipazione al team Italy performance Cheer in volo verso orlando 2018.” Emma Donati, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Cheer HipHop FISAC 2018

Team o Double?

Il cheer hip hop è eseguito soprattutto durante le competizioni, è infatti una vera e propria categoria di gara. In particolare esistono due divisioni che in Italia hanno le seguenti caratteristiche:

Hip Hop team : maschile e femminile, prevede una coreografia di cheer hiphop della durata di 2.30 minuti; è eseguita da un massimo di 25 persone.

Hip Hop Double: maschile e femminili, prevede una coreografia di hiphop eseguita da solo due atleti; ha una durata di massimo 1.30 minuti.

Ma gli atleti preferiscono esibirsi in Team o in double?

“Attualmente non ho mai gareggiato con Team hiphop perché nella nostra società ci sono pochi atleti che lo praticano..quindi sempre con double.. Ma in futuro..lo spero tanto! È sempre stato un sogno avere un gruppo forte di cheer hip hop! C’è anche da dire che quando scegli di fare un Double devi essere in perfetta sincronia con l’altro e questo avviene solo ballando insieme a quella persona tanto tempo e in tanti contesti diversi. Io e la mia compagna di double Emma abbiamo sempre avuto un certo feeling e quando parte una qualsiasi canzone sappiamo esattamente cosa farà l’altro,come si muoverà e che espressione farà…  Questa complicità sta alla base di un qualsiasi cheerdance Double.Se manca questa l esibizione sarà piatta e senza personalità.” Michela Scremin, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Performance Cheer HipHop FISAC 2018

 

“Domanda difficile questa. È la prima volta che vivo l’esperienza di un team hip hop quindi realmente non so ancora se lo preferisco o meno ad un double. Lavoro da anni con la mia compagna di double Michela e penso che trovare un partner con cui condividere le proprie idee, i passi, l’energia e la passione sia una delle cose più belle che si possono provare.” Emma Donati, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Performance Cheer HipHop FISAC 2018

Semplice hip hop o…CHEER HIP HOP?

 

Molto spesso, quando si assiste ad una esibizione di cheer hip hop in una gara di Performance cheer, ci si chiede cosa possa congiungere il mondo del cheerleading con quello della danza! Spirito di squadra, unione, energia, potenza, spettacolo… Sono solo alcune caratteristiche in comunque fra le due discipline. Certo è che il cheer hip hop è molto più simile alla danza hip hop che al cheerleading acrobatico, tuttavia ci sono alcune differenze notevoli anche fra le diverse discipline di dance!

“La differenza che più mi ha colpito è stata proprio l’impronta della tecnica del cheerleading inserita in una coreografia hip-hop. Ho trovato differenze soprattutto nella struttura coreografica e, ovviamente, la presenza di skills e moves da cheerleader non passano inosservate! A livello tecnico dei passi ho notato che nel cheer hip-hop si punta più sulla precisione tecnica dei movimenti che sullo stile in sé per sé.” Giordano di Pietro, ballerino hip hop e membro del Team Italy Performance Cheer HipHop 2017

“Il performance Cheer hip hop è nettamente spettacolo, e somiglia più ad una danza visiva (effetti ottici, “acrobazie”,passatemi il termine, formazioni, cambi tempo e velocità) piuttosto che ad un’arte vera e propria. Diciamo la considero più “sport” e quindi vicina al cheer, per intrattenere, piuttosto che al mondo artistico. La danza hip hop è DANZA e libera espressione, mentre il performance Cheer HipHop è una disciplina derivata dallo stile street dance ma praticata da ATLETI.Quindi vivo in maniera distinta la danza dal performance Cheer hip hop proprio per mantenere la sua natura -da tifoseria- ” Michela Scremin, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Performance Cheer HipHop FISAC 2018

“Secondo me sono due discipline distinte ma amo entrambe quindi sono molto contenta che l’hip hop sia riconosciuto come parte del cheer.” Vanessa Villani, cheerleader Starlight e membro del Team Italy Performance cheer hiphop FISAC 2016

“Io personalmente le vivo come due discipline distinte per quanto riguarda in cheerleading, ma nei momenti di dance cerco di dare il massimo in espressione ed energia come quando ballo hip hop. Se invece parlo di cheerdance hip hop collego molto le due cose perché sono molto simili nonostante alcune differenze o elementi richiesti in gara all’interno della routine.” Emma Donati, cheerleader DaBeat e membro del Team Italy Performance Cheer HipHop FISAC 2018

                                                           ♦

Una disciplina Mondiale!

 

Il cheer hip hop è una categoria di gara ai Mondiali ICU, USASF e IASF ed è praticato da tantissimi atleti provenienti da ogni parte del mondo! Anche l’Italia l’ha portato ai Mondiali : nel 2015 FISAC ha portato un double ai mondiali ICU, sempre FISAC nel 2016 ha portato un double ai Mondiali ICU e un Team ai Mondiali IASF mentre l’anno scorso FICEC ha portato ai Mondiali ICU un double e un team con risultati brillanti! Ma sapete qual è uno dei migliori team? Quello appartenete ai famosi Top Gun AllStars…sì, una delle società sportive di cheerleading più forti e conosciute al mondo!

“Penso che per una cheerleader esibirsi sulla pedana dei Mondiali e vedere dal vivo i migliori al mondo sia il sogno più grande, ed averlo realizzato a soli sedici anni mi rende davvero fiera. Sono cresciuta tanto sia come atleta che come persona. La cosa che mi ha colpita di più è la sportività e l’umiltà di tutti i Team, nonostante le diverse capacità, in quel palazzetto tutti sono atleti e tutti meritano l’applauso del pubblico. Sono molto contenta di rappresentare l’Italia per la seconda volta ai prossimi Mondiali 2018.” Vanessa Villani, cheerleader Starlight e membro del Team Italy Performance cheer hip hop FISAC 2016

”È difficile raccontare in breve tutto quello che ho passato durante il periodo del mondiale: è un’esperienza che se non la vivi in prima persona è difficile anche da comprendere. L’unione è stata la parola chiave. Un percorso che parte mesi prima, giorni e giorni di allenamento per un solo obiettivo, e cercare di arrivare più in alto possibile in un’unica occasione. Di sicuro la soddisfazione più grande è stata raggiungere quell’obiettivo con un Team di grande livello, sia fisico che spirituale. Anche sapere che eravamo il primo team cheer dance italiano a gareggiare nel corso degli anni nella storia della ICU è stata una grande responsabilità, e l’abbiamo gestita alla grande.L’adrenalina che si alza quei dieci secondi prima di salire su quel palco è tanta: si arriva a confrontarsi con il mondo intero e sfidarsi con sé stessi. È un’esperienza unica, piena di divertimento ed emozioni che rimarranno impresse per tutta la vita” Giordano di Pietro, ballerino hip hop e membro del Team Italy Performanche Cheer HipHop FICEC 2017


Noi di Cheerlitaly ci teniamo come sempre a ringraziare tantissimo i ragazzi che hanno collaborato con noi per questo articolo! Senza di loro, nulla sarebbe stato possibile! Grazie per il supporto che ci date e per l’entusiasmo con cui avete accettato di parlarci della vostra esperienza.
Un grandissimo “in bocca al lupo” a tutti per il vostro futuro nel cheer hip hop!

Invitiamo poi tutti i nostri lettori a seguire questi meravigliosi ragazzi nei loro profili social!
– Giordano di Pietro https://www.instagram.com/iamdanoshi/
– Michela Scremin https://www.instagram.com/micla_world/
– Emma Donati https://www.instagram.com/em_mina_donati/
– Vanessa Villani https://www.instagram.com/_vanessa.villani_/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.