5 motivi per cui si lascia il cheerleading…e 5 per non farlo!

Tutti noi, almeno una volta, abbiamo visto un compagno lasciare la squadra e tutti noi sappiamo cosa questo possa comportare. Ecco qui i 5 motivi più frequenti per cui si lascia il cheerleading…e 5 per non farlo. Scoprite con noi come convincere i più incerti a non lasciare la nostra squadra e il nostro sport!

“Non ho abbastanza tempo”

Tre allenamenti a settimana sono tanti e a volte risulta difficile riuscire a fare tutto come si vorrebbe. Ma con la forza di volontà si riesce ad arrivare ovunque. Soprattutto se il problema sono le interrogazioni e le verifiche, l’organizzazione è alla base di tutto.  Se sapete di dover studiare sfruttate il weekend, le ore tra la fine della scuola e l’inizio dell’allenamento, ma soprattutto non perdete tempo a guardare il cellulare! La scuola e lo studio vengono prima di tutto, impegnatevi e non dovrete rinunciare anche allo sport che amate!

“Non ho più l’età”

Attualmente si allenano e gareggiano moltissimi cheerleaders di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Certo, più si cresce e più le cose si complicano, ma non esiste un limite di età. Se vi sentite a disagio e non avete nessun coetaneo in squadra con voi, cercate di convincere qualche vostro amico a entrare in squadra e date una possibilità ai vostri compagni: spesso l’età anagrafica non conta molto, quello che conta è avere interessi in comune e la voglia di riuscire insieme!  Inoltre, potete sempre considerare l’idea di diventare coach: chi meglio di una persona con esperienza e voglia di trasmettere la passione per questo sport può essere un punto di riferimento per l’intero team?

“Non sono abbastanza bravo/a”

Questa è in assoluto la frase peggiore da dire e soprattutto da pensare. Ognuno di noi ha tempi diversi, cose in cui riesce di più e altre in cui riesce meno. Datevi tempo. E soprattutto, se avete voglia di farcela e di raggiungere un obiettivo, non è mollando che avrete successo. Stringete i denti e parlate delle vostre difficoltà con il coach, che saprà sicuramente consigliarvi qualche esercizio da fare per migliorare la vostra tecnica e aumentare la vostra autostima. Spesso basta veramente poco!

“Non mi sento parte della squadra”

In uno sport come il nostro, la squadra è il punto fondamentale da cui partire. Se non si sta bene all’interno del gruppo è difficile anche migliorare da un punto di vista tecnico. La soluzione anche in questo caso però non è mollare, anche se sembra la strada più semplice. Cercate di parlare con il vostro coach dei problemi, degli atteggiamenti che non vi piacciono o che vi mettono in difficoltà, e vedrete che tutto si risolverà. E se anche le cose non dovessero cambiare, potrete sempre dire di averci provato e messo del vostro! Non rinunciate a ciò che vi fa stare bene, per niente e nessuno al mondo.

“Sono stanca/o di fare sempre le stesse cose”

Come imparate cose nuove se semplicemente mollate e smettete di allenarvi? La voglia di imparare e la determinazione sono la chiave per riuscire nel nostro sport e in generale nella vita, ma non dovete perdere di vista la base di tutto: la squadra. Il nostro è uno sport di squadra, se questa non ci fosse non avreste nemmeno la possibilità di far vedere cosa sapete fare. Se siete gli atleti più bravi da un punto di vista tecnico, sarete sicuramente un esempio per gli altri, potrete essere dei leader positivi e aiutare i vostri compagni, restando umili e rispettando la figura del coach. Solamente se ci metterete impegno e sacrificio arriverete ad un punto in cui le basi saranno consolidate e si riuscirà a migliorare tutti insieme.

Speriamo di avervi aiutato e di avervi convinto a tenere duro durante i momenti di difficoltà, che ci sono stati e ci saranno sicuramente, ma siamo sicure che se vi impegnerete otterrete tutti i risultati che vorrete. Potete arrivare ovunque, basta volerlo. Vi lasciamo con una frase che fa a caso nostro:

“The only limit is the one you set yourself”

E se avete dubbi, bisogno di un parere o semplicemente volete raccontarci la vostra esperienza, non esitate a contattarci, a volte un parere esterno basta a risolvere la situazione e spesso quello che vivete non è diverso da quello che vivono gli altri!

Lascia un commento