Diventare coach è una scelta di vita davvero importante. Avere a che fare con bambini, ragazzi o adulti di cui siamo responsabili, prepararli correttamente per una gara e dare lezioni di vita fondamentali sono un lavoro non da poco. Abbiamo selezionato ben 10 motivi (anche se ce ne sarebbero mille in più!) per diventare coach!


1.Si trasmette una passione

Sicuramente ogni allenatore è anche un portatore sano di un’immensa passione per il cheerleading! Trasmetterla ai propri allievi e vederli iniziare a vivere di cheerleading è un’emozione grandissima!

2.Si permette al nostro sport di crescere

Allenare un team significa permettere a nuove persone di avvicinarsi al nostro sport, di gareggiare, di diventare gli atleti che, un giorno, contribuiranno a rendere grande il cheerleading italiano.

3.Ciò che abbiamo imparato non viene buttato via

Se siamo stati atleti, abbiamo un bagaglio di informazioni e tecniche che sarebbe un peccato sprecare, lasciandolo nel dimenticatoio. Allenare è il modo migliore per non buttar via la nostra esperienza, insegnando ciò che sappiamo ai nostri allievi

4.Le soddisfazioni sono immense

Dalla piccola gioia quotidiana alla vittoria insperata: le soddisfazioni che vive un bravo coach sono moltissime e grandissime! E, soprattutto, la più grande è vedere i nostri atleti grati di quello che gli stiamo insegnando!

5.Portare in gara una squadra è meraviglioso

Talvolta l’emozione di veder gareggiare (e magari vincere) il proprio team è ancora più intensa di quella che si prova a gareggiare in prima persona!

6.Veder crescere i propri atleti è bellissimo

Da bambini a senior, con mille stunt imparati e una diagonale costruita con tempo e costanza: veder diventare grandi i nostri allievi è bellissimo per ogni coach!

7.Lavorare con bambini e ragazzi riempie di affetto

Dal disegno portato dalla mini più piccina, fino agli abbracci dei senior: l’affetto che gli atleti regalano al proprio coach è impagabile! E non vi preoccupate di essere troppo cattivi ad allenamento: i ragazzi si renderanno conto che ogni rimprovero è stato fatto per il loro bene!

8.Se amiamo il nostro sport, anche i momenti peggiori saranno belli

Imparare ad affrontare nuove sfide ci permette di crescere e di imparare, anche quando siamo noi gli insegnanti! Affrontare brutti momenti in uno sport che amiamo è difficile, ma ci rende invincibili!

9.Se si è ancora atleti, si comprendono molte più cose

Essere coach e allievi permette di scoprire i due lati della medaglia: si capisce quanto sia difficile allenare, ma si sa anche come incoraggiare i propri allievi. L’esempio che ci è stato dato dai nostri stessi allenatori ci aiuta a capire cosa migliorare in noi stessi, per essere i coach migliori di sempre!

10.Si può imparare anche dai nostri allievi

A volte, anche il più giovane dei cheerleaders può insegnarci moltissimo. Un esempio? Avete mai fatto caso a come siano determinati i piccoli peewee? Nulla li ferma, nemmeno una caduta! Affrontano sfide e difficoltà con meno paura e più grinta di un adulto. E, in questo caso, dovremmo davvero prendere esempio!


Questi erano i 10 motivi per cui, secondo noi, tutti i veri appassionati di cheerleading dovrebbero valutare una futura carriera da coach! E voi, che ne pensate? Vi piacerebbe diventare allenatori?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.